Vai al contenuto principale

LiteSpeed: Come velocizzare il tuo sito web

In un articolo precedente si è parlato di Web Server e si è fatto cenno ai software più utilizzati, tra i quali si colloca anche LiteSpeed.

LiteSpeed: un po’ di storia

Lanciato sul mercato agli inizi del 2000, questo potente programma è riuscito, poco alla volta, a guadagnarsi un posto di tutto rispetto, tanto da essere oggi incluso nella triade dei Server Web più utilizzati dai servizi di hosting, al fianco di Apache e Nginx. Il grande successo che sta riscuotendo è dovuto da un lato alla compatibilità con le configurazioni del diffusissimo Apache e dall’altro all’utilizzo di una tecnologia event-driven simile a quella del prestante Nginx.

È proprio quest’ultima caratteristica che permette di rendere i siti web caricati su server LiteSpeed estremamente veloci; in più, chi desidera migliorare ulteriormente le prestazioni dei propri spazi virtuali realizzati con WordPress, Joomla, Drupal, PrestaShop o altri CMS, può sfruttare il plugin LiteSpeed Cache, da qualche tempo arricchito dai crawler che, monitorando costantemente il sito e registrandone tutte le pagine, rendono queste ultime immediatamente disponibili nella loro versione più recente.

Che cos’è LiteSpeed

LiteSpeed è un software per Web Server sviluppato dalla LiteSpeed Technologies e distribuito a partire dal 2003 per offrire un’alternativa più prestante e scalabile a chi già utilizzava Apache HTTP Server e a tutti coloro i quali erano in cerca di un server web veloce e affidabile.

LiteSpeed e Apache

Pur essendo sempre molto utilizzato, Apache soffre il fatto di essere stato sviluppato in un’epoca, ossia a metà degli anni Novanta, in cui internet era ancora molto lento e il traffico era decisamente poco. Nonostante l’implementazione di vari moduli, la sua architettura basata sui processi non riesce a gestire in modo ottimale i picchi di traffico e può risultare piuttosto lento nel caricamento delle pagine.

Gli sviluppatori di LiteSpeed hanno lavorato su un’architettura basata sugli eventi, la quale è in grado di gestire meglio il traffico sul sito e di velocizzare il caricamento delle pagine; il software è stato inoltre sviluppato in modo tale da essere pienamente compatibile con i moduli e i file httpd.conf e .htaccess  di Apache. Questo fa sì che, chi decide di spostare il proprio sito web da un server Apache a uno LiteSpeed, non deve modificare alcun tipo di impostazione e può effettuare il passaggio in pochissimi minuti. Il nuovo server preleverà dai file tutte le impostazioni e le rielaborerà secondo la sua architettura ad eventi, migliorando la gestione della memoria, il caricamento delle pagine e le prestazioni generali del sito.

LiteSpeed e Nginx

Anche Nginx, uscito nel 2004, è un WebServer molto veloce e prestante grazie a un’architettura event-based simile a quella di LiteSpeed. Secondo i dati riportati sul sito ufficiale della LiteSpeedTech, LiteSpeed offre però una velocità e delle prestazioni fino a 10 volte superiori rispetto a quelle di Nginx quando si tratta, ad esempio, di caricare le home page di WordPress o delle pagine HTML; anche per quanto riguarda il caricamento di file multimediali da 500K LiteSpeed si dimostra più veloce di Nginx.

Oltre a offrire migliori prestazioni, velocità di caricamento superiore e ridotto consumo di memoria, LiteSpeed è anche molto più comodo per quanto riguarda la migrazione dei siti ospitati su server Apache, in quanto Nginx non è compatibile con i file e i moduli di quest’ultimo.

LSCache: il caching plugin per migliorare ulteriormente le prestazioni degli spazi virtuali

LiteSpeed Cache è un caching plugin disponibile per tutti i principali CMS, da WordPress e Joomla, molto utilizzati anche da neofiti per la loro facilità di impiego, fino a PrestaShop e Magento, CMS per la creazione di e-commerce.

L’utilizzo di un sistema di cache permette di ottimizzare ancora di più le prestazioni già superlative di questo web server, velocizzando il caricamento e la consegna delle pagine del sito grazie alla creazione di un archivio in cui vengono conservate le pagine statiche o alcuni file.

In pratica, quando un navigatore visita una pagina web, il server deve recuperare tutti i file, da quelli multimediali a quelli contenenti i codici, e creare una pagina statica da inviare al browser dell’utente. Questa operazione può richiedere diverso tempo, soprattutto quando sono presenti file molto pesanti, e naturalmente impegna una buona quantità di memoria. In presenza di una cache, il server non deve fare altro che cercare al suo interno la pagina richiesta e, laddove presente, inviarla al browser.

I crawler di LSCache, analizzando periodicamente la site map del sito, tengono aggiornata la cache, garantendo ai visitatori la possibilità di visualizzare pagine sempre aggiornate.

Le varie impostazioni disponibili permettono di creare cache personalizzate per i dispositivi mobili e per gli utenti che effettuano il login sul sito.

LiteSpeed Cache consente inoltre di ottimizzare immagini e pagine per velocizzarne ancora di più il caricamento

LiteSpeed è disponibile sui piani Hosting WordPress, Hosting Multidominio, Hosting Professionale/Semidedicato e Hosting Reseller

 

Seguici su
Telegram

Per essere informato in tempo reale su news, offerte e iniziative, iscriviti al nostro canale!

Iscriviti al canale!

Hai bisogno di supporto?

Il nostro reparto tecnico è a disposizione per sciogliere ogni dubbio o per aiutarti a gestire i servizi che hai acquistato!

Scopri il Calendario dell'Avvento!

Dall’1 al 31 Dicembre ogni giorno un’offerta imperdibile.